Samba: Come configurare e condividere files facilmente

Sembra una cosa piuttosto scontata essendo un argomento abbastanza anziano, si parla di decenni, eppure molte persone non conoscono come condividere facilmente dei files tra periferiche.

Cosa che ci permette di fare openSUSE in maniera semplicissima, tramite samba.

COSA È SAMBA

Samba è un protocollo di rete, che si basa sul protocollo Microsoft, ed anche se il nome Microsoft, può spaventare, è in assoluto il protocollo più usato.

Questo protocollo permette di mettere in rete client Linux/Apple/Windows, ma anche Android.. perchè no?

Ma cosa si intende per.. mettere in rete…

Quando pc o periferiche, sono connesse allo stesso router, esempio per connettersi ad internet, il router assegna loro un ip, se non espresso diversamente.

All’interno del router quindi, c’è una lista di client (periferiche) connesse, identificate tramite un numero.

Lo scopo di un Router è quindi di connettere in locale, tutte le periferiche o pc connessi, per eventualmente connettersi ad internet.

Quando un client, chiede di accedere all’esterno,  il router provvederà a connettere il client a server esterni.

Il client effettuerà una richiesta, tramite un protocollo al server, ed il server risponderà con dei dati (esempio un sito web), che il router poi instrada verso il client che ha effettuato la richiesta.

Ma a noi interessa il collegamento, client to client, ovvero connettere due periferiche o pc connessi al router, tra di loro, che sia cablata o wi-fi.

Come avviene verso l’esterno, il router gestisce anche le connessioni interne, ma per parlare tra di loro, hanno bisogno di qualche protocollo, in base a cosa si deve fare.

Samba è un protocollo che nasce proprio per File Server, è quindi possibile che un client chieda al router di collegarsi ad un altro client, tramite samba, per accedere esempio a dei file che in esso sono stati condivisi.

 

CONFIGURARE SAMBA IN MANIERA RAPIDA CON YAST

Procediamo sul come configurare in maniera molto semplice, un pc per permettergli di condividere cartelle e files su openSUSE.

L’operazione va effettuata dove vogliamo che si debba accedere per condividere i Files.

Apriamo quindi Yast, andiamo su “servizi di rete” e clicchiamo su “Server Samba”.

Scegliamo in “avvio” se avviare il servizio all’avvio del sistema.

Nella finestra “condivisioni”, possiamo lasciare come vediamo nella immagine, per creare una condivisione clicchiamo su “Aggiungi”

 

Nella finestra che appare, dobbiamo selezionare il nome che vogliamo dare alla condivisione, la descrizione che è facoltativa, e selezionare il percorso della cartella che vogliamo condividere

Sempre nella stessa finestra si può decidere di lasciare su “Eredita ACL” questo farà ereditare i permessi sui file che sono impostati in locale, la scelta in questo caso, è nostra, e cliccare su “ok”

 

Come ultimo passo, selezionando la condivisione appena creata, clicchiamo su “accesso guest”.

 

A questo punto la condivisione è creata, se non si sa come riavviare samba, semplicemente riavviare il computer.

La cartella sarà ora accessibile a qualsiasi periferica o pc locale, con gli appositi menu in base a cosa si usa, sotto “rete” o simili.

 

CONDIVIDERE IN MANIERA RISERVATA

Abbiamo file riservati e non vogliamo che altre persone connesse al router possono accederci?

Qua la cosa “si complica”.

 

Apriamo il terminale e creiamo uno user samba, che dovrà corrispondere all’user che sta condividendo la cartella, esempio io condivido “documenti” dell’user serena, dovrò creare l’user “serena”.

 

Per fare ciò digitiamo

sudo smbpasswd -a nomeutente

Chiederà la password (consiglio di usare la stessa dell’utente), e l’utente è creato.

 

Riapriamo “Samba Server”, selezioniamo la condivisione, clicchiamo su “accesso guest” per disabilitarlo, e poi su Modifica per modificare la condivisione.

Nella finestra di modifica dobbiamo semplicemente aggiungere un parametro


Clicchiamo su aggiungi, e nella lista selezioniamo “valid users”, ci chiederà cosa inserire, e mettiamo il nome utente che abbiamo inserito prima a terminale.

Diamo ok, salviamo, e riavviamo il PC, oppure da termiale stoppiamo e riavviamo samba digitando

sudo systemctl stop smb nmb
sudo systemctl start smb nmb

 

Dipende dalle periferiche da cui accediamo, ora chiederà utente e password, o come nel mio caso accedendo da android, imposto l’autenticazione dal file manager (ES File Manager) sulla connessione di rete rilevata in automatico, che altro non è che il client appena configurato con la condivisione samba, dandomi la possibilità di accedere, spostare, copiare, modificare tutti i file presenti.

Questo è tutto!

Lasciate un commento qui sotto e…. Buona condivisione!

8 commenti su “Samba: Come configurare e condividere files facilmente

    • luglio 11, 2017 at 8:07 pm
      Permalink

      Si lo so 🙂 ma preferivo dare la soluzione rapida per neofiti, non volevo creare troppa confusione, anzi credo di essermi dilungata anche troppo nell’articolo 🙂 spero sia comprensibile 🙂

    • luglio 11, 2017 at 8:11 pm
      Permalink

      Secondo me per i neofiti è più facile imparare a farlo da Yast che ricordarsi il comando (che io non ho mai saputo) o fare copia-incolla tutte le volte. L’articolo si capisce benissimo!

    • luglio 11, 2017 at 9:21 pm
      Permalink

      concordo con Fabio Bassani e giusto essere esperti ma se i neofiti non lo sanno mettiamo usare o capire, dovrebbe essere una procedura più facile per loro.

    • luglio 11, 2017 at 9:47 pm
      Permalink

      Per i neofiti avevo infatti consigliato il semplice riavvio di sistema, mentre sulla condivisione autenticata, che cmq si mette le mani al terminale, ho aggiunto la stringa da terminale. Aggiungerò alla guida anche la fase di intermezzo dal riavvio da interfaccia, visto c’è stata la richiesta, visto che ho saltato in quanto a tempistiche é simile ad un riavvio 🙂

  • luglio 12, 2017 at 12:13 pm
    Permalink

    uso samba da anni su reti windows, mai un problema salvo che talvolta accedo dove non dovrei accedere per via dei permessi windows ed ultimamente mi è capitato accedendo su un win10 di vedere e gestire una cartella che non doveva essere condivisa in rete (in effetti gli altri con windows non la vedevano) :-O

  • Pingback: Configurare e condividere files con Samba in OpenSuse | Blog di trucchisuse

Lascia un commento