Leap 42.3 Kernel Adventures

Oggi vorrei parlarvi di uno dei motivi che mi fanno continuare ad essere “innamorato” della openSUSE leap, il fatto che sia indistruttibile!

Mi spiego meglio, sulla mia installazione principale, su questa macchina:

Architecture: x86_64
CPU op-mode(s): 32-bit, 64-bit
Byte Order: Little Endian
CPU(s): 12
On-line CPU(s) list: 0-11
Thread(s) per core: 1
Core(s) per socket: 6
Socket(s): 2
NUMA node(s): 2
Vendor ID: GenuineIntel
CPU family: 6
Model: 44
Model name: Intel(R) Xeon(R) CPU L5640 @ 2.27GHz
Stepping: 2
CPU MHz: 1596.000
CPU max MHz: 2262,0000
CPU min MHz: 1596,0000
BogoMIPS: 4521.93
Virtualization: VT-x
NUMA node0 CPU(s): 0-5
NUMA node1 CPU(s): 6-11

con questa memoria:

           total       used       free     shared    buffers     cached
Mem:         11999       2833       9166         63         52       1526
-/+ buffers/cache:       1254      10745
Swap:         2053          0       2053

Utilizzo il kernel stock 4.4.92-31-default che funziona bene ed è molto stabile. Ora ieri mi è venuta vogliadai fare un test con l’ultima release candidate del kernel  la 4.15.rc3, bene mi sono messo all’opera ed ho impostato il repository adatto
zypper ar http://download.opensuse.org/repositories/Kernel:/HEAD/standard/kernel-repo
fatto un bel refresh 

zypper ref

e l’upgrade con zypper dist-upgrade --from kernel-repo

il tempo di scaricare, installare e configurare ed al riavvio mi sono trovato con il sistema caricato con il kernel nuovo, non nascondo la trepidazione con cui ho assistito al boot, sono momenti delicati!

Ho notato che questo kernel pur funzionando correttamente sulla mia macchina, non mi portava nessun miglioramento e mi teneva fuori dalle patch di sicurezza periodiche, perlchè il repo è sempre l’ultima versione disponibile. Per questo ho deciso di rimuoverlo, per fare questo ho seguito il procedimento inverso, ho rimosso il repo nuovo 

zypper rr http://download.opensuse.org/repositories/Kernel:/HEAD/standard/ kernel-repo
fatto un refresh zypper ref

openSUSE leap
Yast multiple versions management

in yast – gestione pacchetti ho cercato il kernel-default, nel tab versioni ho evidenziato 4.15.rc3 per l’eliminazione e confermato con ok.  

Il sistema oltre a rimuovere il kernel desiderato ha eliminato anche il corrispondente kernel-firmware e aggiornato initrd e grub.

A questo punto un bel reboot, qui ero ancora più nervoso di prima! Temevo che il sistema non si riavviasse più e già mi vedevo a passare del tempo in un terminale di recovery per sistemare il tutto….

Invece…. toh si riavvia tutto perfettamente, prima cosa che faccio è ricontrollare con uname -r che effettivamente stia usando ancora il “mio” kernel originale.

:~> uname -r
4.4.92-31-default

Meno male! tutto è tornato come prima ed io sono ancora più convinto che la openSUSE leap sia la distribuzione ideale per tutti coloro che desiderano solo che il sistema funzioni e rimanga affidabile.

Voi che esperienze avete avuto? vi sarei grato se poteste raccontarmi nei commenti le vostre avventure con la openSUSE leap

Alla Prossima!

Alexander

 

7 commenti su “Leap 42.3 Kernel Adventures

    • dicembre 17, 2017 at 8:31 pm
      Permalink

      Quello che ha fatto alex, metti kernel head, sono rilasci stabili 🙂 ma sinceramente il kernel 4.4 con i backport dei drm del 4.9 è fenomenale, sia a compatibilità, sia per per performance

  • dicembre 27, 2017 at 2:41 pm
    Permalink

    attenzione un kernel ultima-versione NON vuol dire che è meglio! Anzi spesso è più lento, può avere bachi non scoperti, mangiare più memoria aprire incompatibilità con programmi livello OS.

  • Alexander Liveriero Lavelli
    dicembre 27, 2017 at 3:43 pm
    Permalink

    Certo e sono d’accordissimo, Maurizio, l’ultima versione generalmente è una pessima idea! Il punto dell’articolo era mostrare come con openSUSE sia “sicuro” testare l’ultimo kernel e ritornare a quello “stabile” senza temere di “rompere ” il sistema.

    Auguri Comunque

  • gennaio 9, 2018 at 4:09 pm
    Permalink

    Capisco le vostre considerazioni ma dovreste sapere che non abbiamo tutti lo stesso hardware !
    Vi racconto la mia esperienza con Leap sul mio Notebook Amd:
    Installato Leap 42.3 tutto funziona alla perfezione se non fosse per alcuni problemi grafici con i menù, ovvero capitava spesso che quando aprivo un menù ad esempio in Firefox o in Chrome avevo dei difetti grafici, questo però non succedeva con Tumbleweed, l’unico modo per non avere il problema era quello di disabilitare il compositore. Questo articolo mi ha fatto venire voglia di provare l’ultimo kernel stabile, installato il kernel 4.14.** niente più difetti grafici. Il tutto si spiega semplicemente nel fatto che i driver open Amd sono in forte sviluppo da quando Amd ha abbandonato il driver proprietario, e quindi i miglioramenti da release a release del kernel sono molto evidenti per chi ha queste schede, cosa che in altri casi potrebbe essere ininfluente. Ovviamente il kernel 4.4.** di default gode di una grande stabilità, ma in alcuni casi come il mio avere l’ultimo kernel stabile significa avere una migliore esperienza di openSUSE. Un satuto a tutti .

    • febbraio 3, 2018 at 8:34 pm
      Permalink

      La proposta, che come STAFF, facciamo è quasi sempre la seguente:
      usa tutto standard, proposto da openSUSE, se funziona tutto allora non farti domande e non pensare di aggiornare firmware o kernel.
      Se, come nel tuo caso, c’è qualcosa che non funge, si penserà di aggiornare solo quel che non funziona: nel tuo caso il kernel nuovo contiene i driver per te funzionanti.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.